Nonostante la fortissima crisi pedagogica anche quest’anno il governo ci obbliga ad affrontare le prove Invalsi: prove a crocette che oltre ad essere inutili per noi studenti e frutto di un sistema scolastico sbagliato ci abituano a un pensiero chiuso e fatto di nozioni e competenze che non ha nulla a che fare con la nostra crescita critica e che punta solo a classificarci ed etichettarci in un’ottica competitiva.

Ma questo non basta, perché le Invalsi hanno anche un costo: i soldi per le prove infatti vengono buttati quando potrebbero essere usati per altro, come per la nostra reale formazione critica e per il superamento di questa crisi pedagogica.
Vediamo quindi che l’interesse di questi governi e di quelli precedenti rimane lo stesso: non darci nessuna possibilità di recuperare la didattica e lasciare la nostra generazione senza futuro, facendoci pagare il prezzo di una crisi nata dalle loro scelte criminali e da trent’anni di smantellamento della scuola.

Noi studenti non ci stiamo e la nostra rabbia non si ferma: boicotta anche tu le prove invalsi!
Sta a noi riprenderci il nostro futuro e farlo lottando!
Opponiamoci a questo modello scolastico e osiamo lottare!