Ieri, 10 ottobre, eravamo a Roma in assemblea studentesca nazionale per discutere insieme una grande e importante lotta unitaria tra gli studenti di tutte le città italiane e per costruire insieme l’opposizione e l’alternativa a questo sistema, mettendo in campo una forte proposta di rottura contro il governo, che veda negli studenti il suo motore.

Abbiamo parlato dei problemi nelle nostre scuole e nelle nostre città, consapevoli che si tratta di contraddizioni strutturali proprie di un modello di scuola e di sviluppo marcio, che ora più che mai va cambiato, e saremo noi studenti a farlo. Abbiamo individuato i nostri nemici, responsabili della distruzione della scuola pubblica e dell’ambiente, che speculano da anni sul nostro futuro mettendo al primo posto il privato e il profitto, mai il pubblico, mai il benessere collettivo: l’Unione Europea e il governo, di cui la ministra Azzolina è perfetta espressione.
Per questo pretendiamo le dimissioni di una ministra incompetente, ma sappiamo che #èsololinizio di una forte e unitaria lotta che chiamerà in causa, smaschererà e condannerà, uno per uno, tutti i nemici degli studenti, dal Governo all’Unione Europea.
Che i loro complici tremino davanti all’opposizione studentesca!

Non sono solo parole, e lo abbiamo sempre dimostrato. Lo abbiamo dimostrato quando abbiamo cacciato i fascisti dalle scuole, quando eravamo a fianco ai No Tav in Val di Susa lottando per il vero ambientalismo, quello anticapitalista, quando il 24 e 25 abbiamo occupato le piazze di tutta Italia rimettendo al centro la voce e le esigenze di chi vive realmente le scuole. Lo abbiamo dimostrato quando, giorno per giorno, abbiamo costruito l’opposizione nelle scuole.
Ci siamo conquistati anche il sole, ma è arrivato il momento di scatenare la tempesta.
Anche oggi sappiamo che non sono solo parole, e ancora una volta lo dimostreremo percorrendo la strada della lotta. Abbiamo infatti chiamato lo stato di agitazione permanente, scuola per scuola, perché l’opposizione siamo noi, e saremo noi a portare il conflitto, a smascherare le classi dirigenti e le loro politiche infami, a costruire l’alternativa.

Sappiamo che quello che vogliamo non ce lo regalerà mai nessuno, per questo, senza fermarci, ci riprenderemo tutto con la lotta!
LA STRADA È LUNGA MA IL SENTIERO È TRACCIATO: TOCCA A NOI PERCORRERLO!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...