Estrapoliamo dalla conferenza stampa di oggi pomeriggio il caro saluto di Nicoletta Dosio, storica militante del movimento No Tav, al mondo della scuola in lotta, raccontandoci il pesante clima repressivo che in questi giorni si sta vivendo in Val Susa.
Un forte messaggio di lotta che ci spinge a batterci oggi più che mai per un futuro migliore, perché la lotta della Val di Susa è la lotta di chi vuole un mondo più giusto, contro un sistema infame che ci priva dei nostri diritti e violentemente ci reprime.
Esprimiamo quindi la massima solidarietà a Dana e agli altri No Tav colpiti dalla repressione dello Stato, ribadendo che tutti i compagni e le compagne arrestati devono essere subito liberati!
Anche per questi motivi  scenderemo in piazza il 24 e il 25 settembre, per riprenderci il futuro che questo sistema vorrebbe toglierci.
LA STRADA È LA LOTTA!