La pandemia di Covid-19 ha fatto emergere una serie di contraddizioni già  presenti nella società e nel mondo dell’istruzione. Infatti con la “didattica” a distanza abbiamo visto il diritto allo studio di milioni di studenti fortemente compromesso e arriviamo ad oggi ad un rientro in classe che sarà un disastro a causa delle misure totalmente insufficienti prese dalla ministra Azzolina e da tutto il governo, che si ostinano a procedere verso un modello di scuola che si è nuovamente dimostrato malato e fallimentare, in quanto basato sul precariato, su continui tagli all’istruzione, sull’esclusione sociale e sullo smantellamento della didattica.

È perciò necessario, oggi più che mai, cambiare radicalmente modello di istruzione e rimettere al centro la scuola pubblica e chi come noi studenti, docenti e il personale tutto ogni giorno la vive.

Per questo pubblichiamo una piattaforma rivendicativa con tutte le nostre proposte per un rientro a scuola all’insegna dei diritti, della sicurezza e del futuro degli studenti!